Fondo rotativo nazionale Selfiemployment

Fondo rotativo nazionale Selfiemployment

Il presente finanziamento è volto a sostenere l’avvio di nuove piccole iniziative imprenditoriali e di lavoro autonomo promosse da NEET, con programmi di spesa inclusi tra 5.000 e 50.000 euro attraverso la concessione di finanziamenti agevolati senza interessi e non assistiti da nessuna forma di garanzia reale e/o di firma.

I finanziamenti agevolati sono così ripartiti:

  • Microcredito, per iniziative con programmi di spesa inclusi tra i 5.000 ed i 25.000 euro;
  • Microcredito esteso, per iniziative con programmi di spesa inclusi tra i 25.001 ed i 35.000 euro;
  • Piccoli prestiti, per iniziative con programmi di spesa inclusi tra i 35.001 ed i 50.000 euro.
  1. Possono accedere alla misura i NEET che alla data di presentazione della domanda devono:
  • Aver compiuto il 18esimo anno di età;
  • Non frequentare un regolare corso di studi (secondari superiori, terziari non universitari o universitari) o di formazione;
  • Non essere inseriti in tirocini curriculari e/o extracurriculari;
  • Essere disoccupati;
  • Avere residenza sul territorio nazionale;
  • Avere aderito al Programma Garanzia Giovani;
  1. Le domande possono essere presentate da:
  • Imprese individuali, società di persone, società cooperative con un numero di soci non superiori a nove, associazioni professionali e società tra professionisti costituite da non più di 12 mesi rispetto alla data di presentazione dalla domanda purché inattive;
  • Imprese individuali, società di persone, società cooperative con un numero di soci non superiori a nove non ancora costituite, a condizione che si costituiscano entro 60 giorni dell’eventuale provvedimento di ammissione.

Le forme societarie/associative sopra elencate, devono essere costituite da

persone fisiche e non saranno ammesse, quindi, le iniziative che prevedono il

rilevamento di aziende già esistenti né il rilevamento di ramo d’azienda.

  1. Non sono ammissibili alle agevolazioni le iniziative che prevedono:
  • Una forma giuridica dell’impresa proponente, anche ove ancora non costituita, difforme da quelle indicate precedentemente;
  • Un settore di attività espressamente escluso dal Regolamento UE 1407/2013;
  • Un dimensionamento del programma di spesa difforme dai limiti precedentemente descritti.
  1. Sono ammissibili le iniziative riferibili a tutti i settori della produzione di beni, fornitura di servizi e commercio, anche in forma di franchising, tra i quali:
  • Turismo (alloggio, ristorazione, servizi) e servizi culturali e ricreativi;
  • Servizi alla persona;
  • Servizi per l’ambiente;
  • Servizi ICT (servizi multimediali, informazione e comunicazione);
  • Risparmio energetico ed energie rinnovabili;
  • Servizi alle imprese;
  • Manifatturiere e artigiane;
  • Imprese operanti nel settore della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli;
  • Commercio al dettaglio e all’ingrosso.
  1. Le spese di investimento, regolarmente documentate, possono riferirsi alle seguenti voci:
  • Attrezzature, macchinari, impianti e allacciamenti;
  • Beni immateriali ad utilità pluriennale, ad eccezione di brevetti licenze e marchi ivi comprese fee di ingresso per le iniziative in franchising;
  • Ristrutturazione di immobili entro il limite massimo del dieci per cento del valore degli investimenti ammessi.

Inoltre saranno considerate ammissibili al finanziamento dell’iniziativa le spese

per l’avvio dell’attività, strettamente funzionali all’esercizio dell’iniziativa

ammessa, concernenti le seguenti voci:

  • Materie prime, materiale di consumo, semilavorati e prodotti finiti, nonché altri costi inerenti al processo produttivo;
  • Utenze e canoni di locazione per immobili;
  • Prestazioni di garanzie assicurative funzionali all’attività finanziata;
  • Salari e stipendi.

NB: Le attrezzature,  i macchinari e i beni strumentali devono essere nuovi di fabbrica. E’ possibile ammettere alle agevolazioni anche beni usati purché forniti da rivenditori autorizzati (usato garantito), corredati da idonee dichiarazioni che gli stessi beni non siano stato oggetto di precedenti agevolazioni e che offrano idonee e comprovate garanzie di funzionalità.

  1. Non sono ammissibili le variazioni di compagine societaria o associativa effettuate prima del provvedimento di ammissione alle agevolazioni. Nel caso in cui il proponente dovesse comunque variare l’assetto societario/associativo prima dell’assunzione di detto provvedimento la domanda sarà considerata automaticamente decaduta.
  2. Le agevolazioni del presente finanziamento, sono concesse sulla base di procedura valutativa con procedimento a sportello, e le domande, redatte in lingua italiana, devono essere compilate esclusivamente per via elettronica, utilizzando la procedura informatica messa a disposizione sul sito internet www.invitalia.it secondo le modalità e gli schemi ivi indicati.
  3. L’eventuale risposta di ammissione o non ammissione è adottato entro 60 giorni dalla data di presentazione della domanda.
  4. Il perfezionamento del provvedimento di ammissione alle agevolazioni è condizionato alla:
  • Costituzione della società e iscrizione della stessa nel registro delle Imprese se non ancora costituita o non ancora iscritta in fase di presentazione della domanda, laddove applicabile;
  • Regolare apertura di partita IVA (iniziative in forma di impresa individuale);
  • Accreditamento presso il franchisor (esclusivamente per le iniziative in franchising);
  • Presentazione di un valido titolo di disponibilità della sede oggetto dell’iniziativa regolarmente registrato attestante la destinazione d’uso;
  • Documentazione attestante il possesso dei requisiti soggettivi per l’avvio dell’iniziativa;
  • Indicazione di un conto corrente dedicato intestato all’impresa beneficiaria;
  • Richiesta di erogazione per la misura microcredito ovvero richiesta di anticipo per la misura di microcredito stesso.
  1. L’erogazione delle agevolazioni avviene in misura differente in base al tipo di finanziamento richiesto, ma resta salvo che la prima quota di 25.000 euro verrà erogata immediatamente a mezzo bonifico bancario successivamente all’avvenuto perfezionamento del provvedimento di ammissione.
  2. E’ prevista una garanzia assicurativa solo per la fattispecie “Piccoli Prestiti” con i quali i beneficiari del provvedimento di ammissione si obbligano ad assicurare ed a mantenere assicurati, con Compagnia di Assicurazione a ciò abilitata e di gradimento di Invitalia, gli impianti, le attrezzature, i macchinari, ed ogni altro bene di investimento ammesso al finanziamento agevolato ed indicato nel programma di spesa, contro il rischio incendio e rischi accessori per importi non inferiori al valore dei singoli beni, e contro il rischio per furto e rapina per un importo non inferiore al 50% del valore dei beni stessi. Tale polizza deve avere una durata non inferiore a 3 anni con decorrenza dal perfezionamento del provvedimento di ammissione.
  3. Le agevolazioni del presente finanziamento non sono cumulabili con altre agevolazioni concesse al destinatario finale, anche a titolo di “de minimis”, laddove riferite alle stesse spese ammissibili.
  4. E’ disposta la revoca totale del finanziamento, nei seguenti casi:
  • Il destinatario finale non provveda al rimborso di oltre tre rate del piano di ammortamento previsto;
  • Il destinatario finale sia posto in liquidazione, sia ammesso o sottoposto a procedure concorsuali con finalità liquidatoria o a procedure esecutive;
  • Il destinatario finale abbia reso, nel modulo di domanda o in qualunque altra fase del procedimento, dichiarazioni mendaci o esibito atti e/o documenti falsi o contenenti dati non rispondenti a verità;
  • Il destinatario cede a terzi il finanziamento o ve ne rinunci;
  • Il destinatario finale effettui successivamente al provvedimento di ammissione variazioni della compagine sociale/associativa.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

D.F. Consulting S.r.l.

Capitale Sociale: euro 10.000 di cui 2.500 euro versato

Codice Fiscale/ Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Salerno: 05631160651

Numero REA: SA 461436

Casella PEC: df-consultingsrl@pec.it